Curiosità sulla birra

La birra con il suo gusto inconfondibile e dissetante è una delle bevande più bevute al mondo. Grazie alle differenti tipologie esistenti, ognuno di noi può trovare quella che incontra il proprio gusto.

Ma quali sono le curiosità di questa bevanda così apprezzata? Abbiamo raccolto una serie di particolarità sulla birra che potrebbero interessarti:

Birre salate

Negli ultimi anni sono diventate di gran moda le birre salate, che ai tradizionali ingredienti della birra uniscono acqua di mare o cristalli di sale.

Quello delle birre salate è davvero un fenomeno nuovo?
In realtà le birre salate hanno una lunga storia alle spalle: la prima birra salata nacque in Germania intorno all’anno 1000.
Stiamo parlando della birra Gose, risultato di un curioso mix di malti d’orzo e di frumento, semi di coriandolo e acqua salata: la vicinanza alle miniere di sale di Goslar rendeva le acque ricche di sale con un risultato spiccatamente salato.

Oggi questo tipo di birra è diventato di gran moda: ne potete trovare con acqua di mare, sale dolce di Cervia, sale rosa dell’Himalaya, sale nero delle Haway, cristalli di sale di Trapani.

Voi avete mai assaggiato una birra salata?

Birre Stout

Hai mai sentito parlare delle birre “stout”?

Con il termine “stout” (che significa “robusto”) si identificano le birre scure ad alta fermentazione e a bassa gradazione (4-4.5°) a cui viene aggiunta una percentuale variabile di malto d’orzo e orzo tostato.

Questo tipo di birra è nato in Inghilterra e si è diffuso molto anche in Irlanda: è stato grazie alla birra Guinness che le birre stout sono diventate famose in tutto il mondo.

A volte i mastri birrai si divertono ad aggiungere alle proprie ricette ingredienti extra come il cioccolato, il caffè o le ostriche (ebbene sì, avete letto giusto): così nascono le Chocolate stout, le Coffee stout e le Oyster stout. Aggiungendo una dose di lattosio o zucchero nascono invece le Milk Stout o Sweet Stout.

E tu sei un tipo da stout?

Cucinare con la birra

Avete mai provato a cucinare con la birra?
La birra è perfetta come dissetante, aperitivo e in abbinamento al cibo ma può anche essere un ingrediente sfizioso per tante ricette dolci e salate.

Ad esempio:

  • Per pastellare verdure, pollo o fettine di mele (indicata una birra chiara)
  • Mescolata alla farina per una pizza gustosa (senza bisogno di lievito!) o per un pane diverso dal solito (una birra chiara o anche rossa)
  • Al posto del vino per sfumare il soffritto del risotto (ad esempio una birra rossa per un risotto allo speck)
  • Per marinare la carne o il pesce in vista di un arrosto o di una frittura di pesce
  • Mescolata alla farina e alle uova per preparare delle crepes dolci o un dolce al cucchiaio

Birre Pilsener

Vengono chiamate pilsener o pilsner (a volte semplicemente pils) e sono tra le birre più famose al mondo.

Cosa le contraddistingue?
Questo genere di birra deve il suo nome alla città di Plzeň, nella Repubblica Ceca, dove è nato, dalla combinazione di acqua purissima, luppolo di Žatec e stile lager bavarese.
La pils è una birra delicata, chiara e limpida con un colore che va dal giallo paglierino al giallo dorato, contenuto alcolico moderato (tra i 4 e i 5,5°), frizzantezza e una spiccata amaricatura.

Rispetto alla lager, di cui è cugina, la birra pils ha un retrogusto più amaro, maggiori sentori floreali e generalmente è meno alcolica.
E voi cosa preferite? Pils o lager?

Abbinamenti birra e cibo

Come abbinare birra e cibo? Ad esempio tenendo conto di:

  • Intensità: le birre delicate si abbinano bene ai cibi delicati, quelle più intense ai sapori più decisi
  • Punti in comune tra cibo e birra: i piatti con un tocco tostato o caramellato si abbinano bene a birre con le stesse caratteristiche
  • Provenienza geografica: abbinare cibo e birra di un posto è sempre un’accoppiata perfetta
  • Stagione: le birre leggere sono più indicate in estate, quelle più alcoliche in inverno

A voi come piace abbinare la birra?

Volpi Drink Shop: tutto quello che si beve a prezzo d’ingrosso